Accesso
Il PON Inclusione di fronte all’emergenza COVID-19

In considerazione del fatto che la platea dei beneficiari del PON Inclusione sarà prioritariamente coinvolta dagli effetti dell'emergenza COVID-19, l'Autorità di Gestione ha ritenuto di adottare disposizioni attuative per gli interventi in corso al fine di supportare gli Ambiti Territoriali nella capacità di risposta alle crisi

Tali disposizioni, contenute nella Nota del 14 aprile 2020,  si pongono in linea di continuità con i principi introdotti dalla Circolare 1 del 27 marzo 2020 avente per oggetto "Sistema dei Servizi Sociali - Emergenza Coronavirus", ove viene ribadita la necessità di garantire la continuità dei servizi.

Attraverso tali disposizioni, nel solco tracciato dalle proposte della Commissione europea contenute nella "Coronavirus Response Investment Initiative", si è inteso ampliare le tipologie di spesa ammissibili, definire le ulteriori tipologie di azioni/servizi attivabili e fornire indicazioni per la individuazione del target dei potenziali beneficiari.

Le disposizioni sono ammissibili per la durata dell’emergenza decretata con la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, attualmente fissata al 31 luglio 2020, salvo possibilità di proroga ove la situazione emergenziale dovesse permanere, e sono applicabili sia agli interventi in corso di attuazione finanziati a valere sull'Avviso 3/2016, sia a quelli in corso di progettazione a valere sull'Avviso 1/2019 PaIS.

Per le stesse ragioni, con i Decreti Direttoriali n. 78 e n. 79 del 14 aprile 2020 vengono prorogati i termini per gli interventi finanziati a valere sui due avvisi e in particolare:

  • Decreto Direttoriale n. 78 di proroga dell'Avviso 3/2016: il termine di conclusione delle attività progettuali viene prorogato al 30 giugno 2021. Le spese relative alle attività concluse al 30 giugno 2021 dovranno essere pagate e quietanzate entro e non oltre i sessanta giorni successivi a tale data.
  • Decreto Direttoriale n. 79 di proroga dell'Avviso 1/2019 PaIS: la nuova scadenza per la presentazione dei progetti è fissata alle ore 23:59 del 31 maggio 2020 e riguarda soltanto i soggetti con un livello di spesa approvata uguale o superiore al 50%, per i quali il termine ultimo, inizialmente fissato al 20 marzo 2020, era già stato posticipato 30 aprile 2020. Le altre due finestre temporali al momento restano invariate.