Accesso
UNAR: l’indagine sui bisogni di Rom e Sinti

Presentati i risultati dell'indagine a sei mesi dall'avvio del progetto per l'integrazione delle comunità RSC finanziato dal PON Inclusione

Sono stati presentati e discussi il 4 luglio presso la Sala Monumentale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, a Roma, i risultati sull'analisi dei bisogni e le caratteristiche dei diversi gruppi Rom presenti nelle 8 Città metropolitane (Roma, Milano, Napoli, Cagliari, Catania, Bari, Genova, Messina).

L'indagine fornisce una prima fotografia delle diverse realtà territoriali in relazione alle caratteristiche generali della popolazione Rom e Sinti, a sei mesi dall'avvio del progetto che prevede l'attivazione e l'animazione di tavoli locali e la realizzazione dei piani di azione locale per l'integrazione delle Comunità RSC, realizzato dall'UNAR in qualità di beneficiario delle azioni di sistema previste dal PON Inclusione (Asse 3, Ob. Specifico 9.5, azione 9.5.4.).

I lavori sono stati introdotti dal Direttore generale dell'UNAR Triantafillos Loukarelis, che ha sottolineato l'importanza di occasioni di confronto fra tutti gli attori coinvolti nelle politiche pubbliche in favore delle comunità romanés.

Dall'analisi dei bisogni delle comunità Rom emergono come prioritari il superamento del disagio abitativo, una maggiore accessibilità ai servizi socio sanitari, una maggiore attenzione all'inclusione scolastica, una maggiore inclusione lavorativa, il superamento di atteggiamenti pregiudiziali nei loro confronti al fine di creare delle relazioni con le Istituzioni, i servizi e gli enti di assistenza.

I risultati dell'analisi saranno oggetto di approfondimenti al fine di definire le Linee guida per la redazione dei Piani d'Azione locale – PAL.

Per saperne di più: