Accesso
Pubblicata una raccolta di iniziative in corso nei Comuni italiani

È disponibile la pubblicazione I Servizi sociali al tempo del Coronavirus, realizzata dalla Direzione Generale per la Lotta alla povertà e per la programmazione sociale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, insieme al Dipartimento Welfare dell'ANCI, con il supporto della Banca Mondiale.

La pubblicazione raccoglie 240 esperienze territoriali frutto della rilevazione online promossa lo scorso maggio, che ha restituito informazioni sulle nuove modalità di lavoro messe in atto dai servizi, in primis i Servizi sociali, per far fronte ai nuovi e molteplici bisogni delle persone, soprattutto quelle più fragili. Le informazioni sono state ri-organizzate attraverso schede che riportano, oltre ai dati sull’ente erogatore, indicazioni descrittive sul servizio attivato, il numero di operatori coinvolti, le fonti di finanziamento utilizzate (fondi comunali, fondi nazionali, fondi europei del PON Inclusione, ecc.), l'impiego di tecnologie particolari, l'attivazione di reti di collaborazione, le modalità comunicative utilizzate, la portata innovativa delle pratiche e la loro eventuale sostenibilità nel futuro.

L'intento della raccolta non è solo fotografare come sta cambiando il lavoro degli operatori dei servizi sociali territoriali a seguito dell'emergenza Covid-19, ma anche fornire informazioni e spunti utili alla contaminazione di pratiche e servizi tra territori

L'iniziativa verrà presentata oggi al Forum PA, alle ore 10.30 circa, nell'ultima sessione della rubrica "Lavoro & Welfare" dal titolo "Come cambiano gli interventi per le persone fragili in tempi di Covid-19". Sarà l'occasione per dare voce alle esperienze dei Comuni di Bergamo e di Bari attraverso la voce diretta dei responsabili dei servizi. Oltre al il Direttore generale per la Lotta alla povertà e per la programmazione sociale, Angelo Marano, interverranno il Coordinatore UTES – Unità territoriali emergenza sociale e dirigente Ufficio sindaci del Comune di Bergamo, Iorio Riva e la Direttrice ripartizione Welfare del Comune di Bari, Annarita Amodio.