Accesso
Integrazione Migranti

 

Il PON Inclusione finanzia, nell'ambito dell'Asse 3 del Programma, alcuni interventi volti all'integrazione dei migranti, con particolare riferimento all'inserimento socio-lavorativo delle categorie vulnerabili, attraverso la realizzazione di percorsi di presa in carico integrati, multidisciplinari e personalizzati. Inoltre, è prevista una specifica linea d'intervento in materia di contrasto allo sfruttamento lavorativo dei migranti (cd. caporalato).

La responsabilità di questi interventi è affidata alla Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in qualità di Organismo intermedio e di beneficiario. Si tratta di progetti concepiti e attuati in un'ottica di complementarità tra le risorse del PON e quelle del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI), che la Direzione Generale gestisce in qualità di Autorità delegata dal Ministero dell'Interno.

Ulteriori informazioni e approfondimenti sui progetti in corso di realizzazione e conclusi sono disponibili sul Portale Integrazione Migranti, all'interno dell'area Azioni e progetti.



 

 

Avviso n.1/2019 Progetti per la prevenzione e il contrasto dello sfruttamento lavorativo in agricolturahttp://poninclusione.lavoro.gov.it/areeintervento/integrazionemigranti/Pagine/Progetto-agricoltura.aspxAvviso n.1/2019 Progetti per la prevenzione e il contrasto dello sfruttamento lavorativo in agricolturaL’Avviso finanzia interventi nelle Regioni meno sviluppate e in transizione con le risorse FSE-PON Inclusione e nelle Regioni più sviluppate con il FAMI (i due fondi intervengono in ossequio al principio di complementarità geografica).
Progetto PIU’ SUPREMEhttp://poninclusione.lavoro.gov.it/areeintervento/integrazionemigranti/Pagine/Progetto-PIU’-SUPREME.aspxProgetto PIU’ SUPREMENelle 5 Regioni meno sviluppate, in raccordo con un intervento finanziato dal FAMI-Misure emergenziali, è stato avviato un insieme coordinato di interventi di supporto all’integrazione e di politica attiva.
Progetto PUOI (Protezione Unita a Obiettivo Integrazione)http://poninclusione.lavoro.gov.it/areeintervento/integrazionemigranti/Pagine/Progetto PUOI.aspxProgetto PUOI (Protezione Unita a Obiettivo Integrazione)PUOI è sostenuto in maniera integrata da FAMI e FSE al fine di promuovere l’inserimento socio-lavorativo di migranti vulnerabili regolarmente soggiornanti in Italia, attraverso la realizzazione di 4.500 percorsi di politica attiva del lavoro.
Progetto INSIDE – INSerimento Integrazione nordsuD InclusionEhttp://poninclusione.lavoro.gov.it/areeintervento/integrazionemigranti/Pagine/Progetto-INSIDE.aspxProgetto INSIDE – INSerimento Integrazione nordsuD InclusionEINSIDE è volto a promuovere l’inserimento socio-lavorativo di titolari di protezione internazionale, accolti nel Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), attraverso la realizzazione di percorsi di politica attiva del lavoro.
Progetto PERCORSI per la formazione, il lavoro e l’integrazione dei giovani migrantihttp://poninclusione.lavoro.gov.it/areeintervento/integrazionemigranti/Pagine/Progetto-PERCORSI.aspxProgetto PERCORSI per la formazione, il lavoro e l’integrazione dei giovani migrantiPERCORSI è volto a rafforzare l’inserimento socio-lavorativo dei minori stranieri non accompagnati in transizione verso l’età adulta e dei giovani migranti fino ai 23 anni, che abbiano fatto ingresso in Italia come minori stranieri non accompagnati.